Studio Dentistico Mauro Savone Via Nettunense 226, Cecchina (Roma)

Si può togliere un dente con l'ascesso, o è meglio di no?

il blog di un dentista

Esaminando l'aspetto squisitamente clinico, un dente ascessualizzato è come una miccia che pesca in un serbatoio pieno di batteri, e l'estrazione potrebbe causarne l'innesco; in altre parole, le manovre chirurgiche necessarie a rimuovere il dente potrebbero causare la diffusione in altri distretti del corpo dei batteri che fino a pochi minuti prima erano circoscritti in una piccola area, e quindi potenzialmente causare problemi peggiori di quelli presenti in origine; a complicare la vicenda si aggiunge solitamente l'inefficienza dell'anestetico nelle aree a forte infiammazione.
Ciò non toglie che si può comunque estrarre un dente con ascesso, quando il paziente è sotto copertura antibiotica e non sono necessarie manovre chirurgiche complesse, a patto che ci sia l'urgenza di risolvere un problema acuto molto doloroso; diversamente è possibile comunque incidere l'ascesso con un bisturi, lasciare drenare il pus, e far assumere antibiotico per ridurre dolore ed infezione, ed aspettare qualche giorno per l'estrazione.

Veniamo ora alle questioni non strettamente cliniche.

Perché si pone il problema di estrarre un dente con un ascesso? Nel 90% dei casi è perché il proprietario del dente lo ha tenuto in bocca sapendo che era bucato, o parzialmente distrutto, sopportando il dolore ed il fastidio con l'ausilio di antidolorifici e antinfiammatori, qualche volta bevendoci sopra un po' di alcool, e "tirando avanti" quanto possibile, magari autoprescrivendosi ogni tanto un antibiotico di sua scelta che è stato assunto a intervalli non regolari e per un numero di giorni inferiori a quelli raccomandati, selezionando così ceppi batterici progressivamente più resistenti che hanno continuato a moltipicarsi indisturbati, in barba ai microbi più deboli che sono stati sterminati dall'antibiotico nei primi giorni di assunzione.

Finalmente si arriva al punto in cui dentro e fuori quel dente ci sono accampamenti di "batteri Terminator" che non vengono più scalfiti da 3-4 giorni di antibiotico, gli antidolorifici funzionano per massimo mezz'ora, ed il paziente un bel giorno comincia a venire fulminato da fitte dolorose lancinanti ogni volta che mangia, e a sentire un dolore sordo e battente fisso, e dopo 2-3 giorni si sveglia con la faccia gonfia; un evento molto disagioso, ma nondimeno una disgrazia annunciata e per niente presa in considerazione dal diretto interessato.

Cosa si fa quindi? Dopo settimane, mesi, a volte anni, in cui le condizioni del dente sono state sottovalutate, si chiama il dentista pretendendo un intervento immediato e risolutivo, magari in giorni ed orari improbabili perché bisogna conciliare l'appuntamento con impegni familiari e lavorativi; il dentista a quel punto dovrebbe arrischiarsi con un'estrazione su un paziente che non conosce e che è stato fatto venire in una piccola finestra di tempo libero con la sola intenzione di fare un semplice, rapido controllo per valutare intanto la situazione.

Se va tutto bene il paziente torna a casa senza dente ed il dentista fattura una parcella di alcune decine di euro (della quale più di metà svanisce tra costi e tasse), ma se non va bene...

  • il tempo è poco
  • l'anestesia non fa effetto
  • la radice o le radici sono incastonate nell'osso e quel poco che c'è di accessibile è così cariato che si frantuma sotto la pressione di leve e pinze
  • il paziente si lamenta del dolore che continua a sentire durante le manovre e si dimena in continuazione guardandoti storto
  • arrivano in sala d'attesa i pazienti successivi che hanno fissato l'appuntamento con una settimana di anticipo e devono aspettare a causa della negligenza di chi li precede in agenda
  • magari se la prendono col medico perché non è puntuale
  • c'è la possibilità -ciliegina sulla torta- che non si riesca ad eseguire l'estrazione e si debba quindi desistere, potendosi al massimo far rimborsare dal paziente le spese vive dei materiali impiegati, col risultato di aver regalato il proprio tempo ed essersi assunti la responsabilità dell'intervento senza venire ricompensati
  • in quest'ultimo caso al danno si aggiunge la beffa se il paziente rimane contrariato dal non aver potuto togliere il dente.

Concludendo, non ve la prendete quando, anche se state male, il dentista vi prescrive una terapia antibiotica e rimanda l'estrazione di qualche giorno, è per il bene di entrambi.

l'angolo dei commenti
scrivi qui quello che ne pensi
nome
email
messaggio

2000
gravatar di Mauro Mauro
10 Mar 2017, 08:27
Se "sembra" può darsi che non sia davvero successo, una visita dal tuo dentista risolverà il dubbio
gravatar di Mino Mino
19 Feb 2017, 13:15
Buongiorno dottore, una domanda... Ho rimosso il dente per un ascesso che mi creava lo stesso.. Ma ora dopo 1 mese mi sembra che un po si stia gonfiando di nuovo!! Come è possibile?
gravatar di Mauro Mauro
27 Jan 2017, 13:33
Da quanto raccontato sembra trattarsi di un ascesso, e l'affollamento dentale non provoca ascessi, questo è certo. Una seduta di igiene è sempre utile, ma non basta a risolvere un ascesso... non saprei però cosa aggiungere siccome mi occorrerebbe eseguire una visita.
gravatar di elisa elisa
26 Jan 2017, 14:22
Buongiorno
volevo chiedere un consiglio
settimana scorsa ho avuto dolore a un dente di fronte. .... che e' stato incapsulato molti anni fa e 3 sett. fa mi è caduto .... ed ora cE un buco con questo pezzettino d dente che sett scorsa mi ha fatto male provocandomi all inizio leggero gonfiore
poi si e' gonfiata parte sinistra del viso , fino sotto l occhio. ho preso antibiotici e mi e' passato.
Nella mia bocca ho il sovraffollamento dei denti posteriori, che 4 anni mi era stato detto
ieri sono andata a fare una visita e mi ha detto che il problema non e' del dente incapsulato ma del sovraffollamento denti.
pero non mi ha fatto nessuna radiografia. ... ha controllato con la radiografia di un anno e mezzo fa.
ora ho chiesto un altro appuntamento. .. per prevenire ascesso cosa devo fare , oltre l igene orale?
La Ringrazio
gravatar di Mauro Mauro
9 Oct 2016, 08:19
Vai dal dentista accompagnata da un'amica, la paura di fare una figuraccia ti farà passare la paura del dentista.
gravatar di oriana oriana
8 Oct 2016, 22:25
Dottore buona sera una domanda banale ma per me importante o dei denti da curare e altri da togliere ma o una forte fobia del dentista come posso fare? Per me è fonte di dolore e disagio na non riesco a superare questa paura la ringrazio
gravatar di Mauro Mauro
3 Oct 2016, 19:09
Capisco l'atteggiamento del collega, che se ha prescritto anche CBCT per esaminare lo stato del dente, si è sicuramente comportato in modo scrupoloso e dovrebbe aver fatto altrettanto durante la terapia canalare.
Purtroppo l'endodonzia non è una scienza esatta, e a volte le cure, bene o male che siano fatte, falliscono. A volte le cure fatte male stanno comunque bene dopo decenni. Non credo che il tuo granuloma possa sparire col tempo, perché è sintomatico e quindi si riferisce a uno stato attivo; prima di estrarre il dente si potrebbe comunque valutare una apicectomia.
gravatar di Sara Sara
2 Oct 2016, 13:51
Buongiorno dottore, vorrei avere un parere su un problema ad un molare che mi “tortura” da tempo. Un anno fa mi è stato devitalizzato il molare 26 la devitalizzazione è durata diverse sedute ed ogni volta tra una seduta e l’altra il dente veniva lasciato coperto solo da un po’ di cotone (sedute fatte sempre senza l’utilizzo della diga di gomma), dopo circa un mese il dente è stato chiuso definitivamente senza perno e senza essere incapsulato, ma a me non ha mai smesso di dare noia, non avevo proprio dolore ma ogni tanto sentivo pulsare all’interno del dente; poi dopo un mese dalla chiusura, la corona del dente si è spezzata da sotto la gengiva, pensavo a questo punto che il dente fosse perso ed invece recandomi da un altro dentista mi è stato consigliato di provare a rittrattarlo in quanto la cura canalare precedente non era stata fatta bene, due dei 4 canali infatti apparivano dall’endorale senza la chiusura con guttaperca! Mi affido allora al nuovo dentista che prova il ritrattamento, a fine cura dall’endorale sembra tutto a posto, mi viene fatta una ricostruzione con perno e capsula provvisoria dicendomi che comunque è necessario fare l’allungamento di corona per mettere la definitiva. Fatto sta che questo dente non smette mai di darmi fastidio, non ho dolori forti ma lo sento se mastico cose più dure, ho la sensazione che sia più lungo degli altri, mi viene quindi abbassato il provvisorio e mi si dice di aspettare (non so cosa). Passano 7 mesi e il fastidio persiste, dal controllo endorale sembra tutto ok allora mi si fa fare una cone beam dove non risultano fratture alle radici ma si vede granuloma di 3 mm che non era mai stato visto dalle endorali precedenti e che quindi non so se fosse gia presente prima delle cure o se si stia formando adesso per l’ennesima cura canalare errata! Mi si dice di aspettare ancora qualche mese per vedere come evolve il granuloma, io però mi sono stancata, ho sempre fastidio e lo vorrei togliere..che fare? mi darebbe un parere?
gravatar di Mauro Mauro
11 Sep 2016, 15:24
Il drenaggio sul dente aperto è solo una misura provvisoria, se assieme all'antibiotico non è sufficiente a far rientrare l'ascesso la terapia diventerà anche chirurgica. I miei consigli non sono tuttavia rilevanti, siccome è il medico che ti ha in cura a proporre un piano di trattamento.
gravatar di salvo salvo
11 Sep 2016, 08:58
salve dottore, ho un ascesso che ho curato per 6 giorni con agumentin e ibuprofene. la guancia è sempre gonfia e fastidiosa. sono andato dal dentista che mi ha bucato il dente per far uscire il pus. niente da fare rimane gonfiore e fastidio. premetto che due anni fà dovevo effettuare una CISTECTOMIA 42 e 32 che non esguita causa trasferimento. ora mi ritrovo con il dente bucato per far uscire il pus (manco a parlarne) e l'ascesso sempre li pulsante come un pendolo. cosa mi consiglia. grazie dottore. salvo
gravatar di Mauro Mauro
3 Aug 2016, 20:08
Mi sembra un comportamento corretto e prudente, se l'estrazione è necessaria e il dente non è recuperabile, ma questo naturalmente non sono in grado di saperlo senza vedere di persona la tua bocca.
gravatar di ERICA ERICA
2 Aug 2016, 16:21
Buon pomeriggio Dott. Savone,
ieri sono andata alla Dental pro, consigliata da una cliente per un controllo gratuito.Il dottore che mi ha visitata mi ha diagnosticato un' infezione sul molare superiore dx con pus sulla gengiva e non all' interno.Mi ha consigliato di fare la profilassi prima e dopo con l' augumentin ed effettuare l'estrazione del dente. E' secondo Lei l' unico modo?
Resto in attesa di un Suo urgente riscontro.
Cordialmente
Erica Lotto
gravatar di Mauro Mauro
23 Jul 2016, 20:50
Simone,
nessuno può vietarti di mettere mano alle pinze da ferramenta e strapparti un dente senza anestesia, però forse è preferibile salvarlo, e farlo fare da un professionista! Soprattutto visto che si tratta di un dente frontale.
gravatar di simone simone
21 Jul 2016, 21:14
Salve dottore, io da stamattina sto impazendo per colpa di un incisivo superiore, che mia figli mi spezzo in un lato, non mi ha mai fatto male ma oggi ho scoperto che ondeggia in avanti e in dietro,come se stesse per staccarsi, il dentista lo vuole devitalizare, ma non so se resistero 6 giorni, cmq la domanda e ko salvo o lo tolgo?e potrei toglierlo io?
gravatar di Mauro Mauro
17 Jul 2016, 09:30
Tu stessa dici che il dolore è passato, e cioè l'infiammazione è in parte rientrata. Sei inoltre sotto terapia antibiotica, quindi hai tutte le misure cautelative in corso.
gravatar di Chiara Chiara
16 Jul 2016, 13:28
Salve Dottore. Le riporto il mio caso.
Ho effettuato una devitalizzazione ad un premolare circa due anni fa. La devitalizzazione non fu effettuata in maniera corretta ahimè poiché l'apice del dente era sfondato. La settimana scorsa mi sono recata da un nuovo esperto che dopo un rX mi ha diagnosticato un accesso, poiché provavo dolore alla masticazione. Mi ha prescritto per 6 giorni Augmentin (unico antibiotico da me tollerato). Ieri ha provveduto all'estrazione del premolare superiore destro (subito dopo il Canino). La radice era marcia e Si era saldata all'osso. Ho subito altre estrazioni in vita mia ma mai così impegnative. Ho febbre e stanotte dolori atroci. Essendo un soggetto pluriallergico non ho preso antidolorifico ma solo una tachipirina. Oggi il dolore è passato. Il gonfiore resta, moderato. Mi chiedevo se febbre e forte prostrazione fossero normali. Sono sotto terapia con augmentin per altri 4 giorni. Posso stare serena? Lo studio è chiuso nel fine settimana. La ringrazio anticipatamente per l'attenzione. Cordiali saluti
gravatar di Mauro Mauro
13 Jul 2016, 18:14
@Roxana
intanto vista o non vista, l'infezione su quel dente va rimossa. Questo significa diagnosticare il problema, capire da cosa deriva, e intervenire; questo nel caso peggiore potrebbe significare dover estrarre il dente, o in quello più favorevole ripetere semplicemente la cura canalare. Comunque dovrai far intervenire un collega per risolvere la situazione.
gravatar di Mauro Mauro
13 Jul 2016, 18:08
@Imma
non mi preoccuperei, se hai fatto estrarre il dente ora non può che sgonfiarsi, la possibilità che la tumefazione rimanga è secondo me remota ed in quel caso sicuramente ti recherai presso il collega per farti controllare in urgenza.
gravatar di Mauro Mauro
13 Jul 2016, 18:03
@Valeria
intanto, se si tratta di un urgenza è chiaro che non puoi attendere il prossimo appuntamento tra due mesi, ma devi farti visitare il prima possibile anche se presso un altro studio. Prolungare di due giorni l'antibiotico forse può aiutare, ma dubito che se al sesto il gonfiore è ancora presente, ci sarebbe qualche cambiamento andando avanti, con tutta probabilità è necessario aprire un drenaggio se non incidere proprio la gengiva.
gravatar di Mauro Mauro
13 Jul 2016, 17:55
@Pierpaolo
Assumere l'antibiotico con così ampio anticipo non avrebbe, credo, cambiato molto la situazione. Semplicemente ci sono estrazioni più complicate di altre, che causano una guarigione più sintomatica e difficoltosa della ferita. Sono ormai trascorse due settimane dal tuo intervento, quindi tu stesso avrai appurato che la guarigione sta procedendo in modo positivo.
gravatar di Mauro Mauro
13 Jul 2016, 17:53
@Massimo
nella peggiore delle ipotesi, potrebbe rendersi necessario estrarre il dente quando avrai preparato un ponte definitivo, e questo ti costringerebbe non solo a dover inserire comunque due impianti, ma anche a perdere l'investimento fatto per il ponte. Chiedi al collega se può indirizzarti da un endodontista esclusivista, che avrebbe forse più chances di salvare il dente.
gravatar di Roxana Roxana
12 Jul 2016, 20:41
Stimabile dottore, vorrei chiedere un consiglio da lei datto che non va bene aspettare l'ultimo momento per curare un dente. Nel 2006 ho curato più carie nella mia bocca. Una era più profonda e il dottore mi ha fatto l'anestesia. Per un po' tutto bene. Dopo cca un anno ho avuto una forte infezione. Ero nel mio paese a quel tempo sicché una dottoressa mi ha bucato quel dente e ha fatto fuoriuscire il pus. Dopo 6 mesi sono tornata in Italia e sono andata dal dottore che mi ha curato inizialmente. Mi ha pulito il dente e l'ha incapsulato. A me mi sembrava che qualcosa non andava nel tempo. Mi sembrava di sentire ancora il caldo, il fredo finché dopo mi è apparso un ascesso. Ora si vede sotto la capsula che il dente sotto e nero quello acanto si sta cariando e ho il ascesso che anche se per ora non ho dolore sento fastidio e tante volte anche un odore cattivo che mi viene da li.Da un po' di tempo ho problemi anche con la vista. mi sembra di non riuscire più a focalizzare bene. Una mia amica mi ha detto che può essere proprio dalla infezione de dente. Non so cosa fare . Se è da estrarre oppure no. Vi confesso che ho molta paura però non vorrei aspettare che diventi più grave. Chiedo scusa per li eventuali errori nella mia scrittura, non sono italiana. Grazie mille.
gravatar di Imma Imma
11 Jul 2016, 21:47
Salve io ho tolto il molare oggi ed ero sotto antibiotico da 6 giorni però il molare era ancora gonfio ora sto continuando con antibiotico per altri 5 giorni la mia domanda è se non si sgonfia cosa può significare e in tal caso cosa devo fare
gravatar di Valeria Valeria
11 Jul 2016, 21:19
Salve dottore, quando ero piccola mi hanno devitalizzato il molare destro e dopo anni un altro dottore aveva deciso di redevitalizzarmelo poiché credeva che bono fosse stato devitalizzato bene. Il problema è che dopo un paio di anni questo dente ha incominciato a farmi male e quando sono andata da un altro dottore, mi ha detto che il penultimo mi ha lasciato un pezzo di strumento dentro! Quando me l'ha aperto è fuoriuscito un cattivo odore (in effetti sentivo un cattivo sapore negli ultimi mesi) e quindi lui mi ha messo una medicazione dicendomi di prendere un appuntamento per la devitalizzazione. (In realtà lui mi consigliava di farmelo estrarre, ma io gli ho chiesto di curarmelo) In questi giorni purtroppo ha incominciato a farmi male e mi si è gonfiata la faccia, quindi l'ho chiamato e mi ha detto di prendere l'antibiotico. Oggi sono all'ultimo giorno e quella zona è ancora rigonfia e quando tocco la gengiva mi fa ancora male. Il fatto è che lui non può vedermi perché è pieno di appuntamenti e il mio è tra 2 mesi... Mi chiedevo, e se prendessi l'antibiotico (augmentin) per un totale di 8 giorni e non 6 (come lui mi aveva prescritto)?
gravatar di massimo massimo
29 Jun 2016, 14:00
Buongiorno, in gennaio mi sono sottoposto ad una cura canalare al quarto e sesto superiore dx e all'estrazione del quinto superiore dx. Per quanto riguarda il trattamento sul quarto non ci sono stati problemi, ma sul sesto il medico mi ha comunicato di non essere riuscito nella cura completa di due canali, testimoniato anche dalle lastre quindi mi ha consigliato l'estrazione. Io mi sono rifiutato per evitare due impianti e ho optato per un ponte.ora a distanza di mesi inizio ad avvertire un leggero fastidio sotto il ponte provvisorio in vicinanza del sesto. Cosa mi consiglia? Un non completo trattamento canalare comporta solo l'estrazione? Grazie in anticipo
gravatar di Pierpaolo Pierpaolo
29 Jun 2016, 12:26
Buongiorno dottore,io ieri ho dovuto asportare un molare in quanto precedentemente mi faceva un male cane ed in più mi si era gonfiata la guancia. Il dentista mi disse di assumere l'antibiotico almeno 36 ore prima dell'estrazione del dente,ahimè me lo sono ricordato la sera prima. Secondo me ieri il dente era ancora parzialmente infiammato, perchè dopo l'estrazione del molare mi ha incominciato a fare male discretamente la parte ormai vuota della gengiva, tal punto da ricorrere al Toradol gocce e all'antibiotico!!! Lei come lo vede la situazione??? Guarirò oppure il mio dentista ha commesso un errore??? Come mi dovrò comportare con questo problema??? La ringrazio del consiglio datomi e buon lavoro.
gravatar di Mauro Mauro
15 Jun 2016, 15:34
Il dolore è dovuto al "trauma" sui tessuti dovuto al primo intervento, quindi a mio avviso è normalissimo come conseguenza, anche se naturalmente disagevole.
Non dovrebbero esserci altre conseguenze a parte questa, siccome trovandoti sotto copertura antibiotica il rischio di sovrainfezione è sotto controllo.
gravatar di Gloria Gloria
15 Jun 2016, 13:42
Salve, ieri il dentista ha tentato di estrarre senza peraltro riuscirci, una radice ferma li da anni. Ovviamente tirando non veniva via vuoi perché il dentista non è stato abile vuoi perché l'anestesia non era effettivamente efficace al 100% , lui sistiene che ancora c'è infezione .adesso il giorno dopo ho un male cane si è infiammata ancora peggio!! Procrastinato intervento tra cinque giorni dopo nuovo antibiotico. Ho paura di wualcosa di grave
gravatar di Mauro Mauro
20 May 2016, 09:34
Non posso suggerirti di assumere farmaci via internet,e devi chiedere consiglio al medico che ha eseguito l'intervento, però normalmente non c'è problema ad assumere antidolorifici, ad esempio il classico paracetamolo, in contemporanea alla terapia antibiotica. Il rialzo di temperatura può comunque essere una conseguenza di interventi particolarmente faticosi.
gravatar di Arianna Arianna
19 May 2016, 16:07
Salve,
Ieri mi hanno estratto un molare precedentemente devitalizzato e curato con antibiotici per più di sei giorni per poter procedere all'estrazione. Premetto che, nonostante la cura con amoxicillina, il dolore non é mai passato irradiandosi anche a mandibola e gola (trattasi di granuloma). Volevo sapere se é normale avere la febbre anche il giorno seguente e se è possibile assumere degli antidolorifici, oltre agli antibiotici, per attenuare un po' il dolore...
gravatar di Mauro Mauro
18 May 2016, 15:51
Sei sotto copertura antibiotica, quindi non dovrebbero esserci controindicazioni all'estrazione, che da quanto dici dovresti aver già fatto.
gravatar di Cristina Cristina
17 May 2016, 20:48
Domani dovrò estrarre un molare, sono 4 giorni che prendo velamox mattina e sera e oki che mi copre per 8 ore, poi inizia il dolore..... Non ssono gonfia, il dolore è continuo e in più il dentista dice che è inutile prendere antibiotici..... Posso estrarre il molare con dolore
grazie
gravatar di Mauro Mauro
12 May 2016, 09:32
Hai bisogno di un esame specialistico quanto prima, potrebbe trattarsi tanto di qualcosa di innocuo quanto di una reazione più problematica dei tessuti, eventualmente del seno, ed il dolore che avverti va indagato, sarebbe conveniente se potessi recarti da un collega inglese per l'urgenza.
gravatar di Filippo Filippo
11 May 2016, 16:34
Salve dottore, un mese fa ho estratto il molare, creandosi una comunicazione seno-nasale, chiusa poi dopo qualche giorno, ora da circa una settimana mi è cresciuto in pezzo di carne morbido biancastro annerito al contorno che ha quasi l'aspetto di un piccolo dente, e ogni giorno che passa da sempre più male. Purtroppo qui non mi è concesso inviare foto, ma spero abbia capito il mio problema. PurtroppoPurtroppo io vivo in UK per lavoro e tornerò in Italia solo tra 10 giorni. Cosa mi consiglia di fare? La ringrazio anticipatamente
gravatar di Mauro Mauro
30 Apr 2016, 12:39
L'antibiotico non ha mai effetto immediato, ma inizia a funzionare dopo almeno due giorni; per la febbre può essere assunto un normale antipiretico, sempre dietro prescrizione del proprio medico
gravatar di Max Max
29 Apr 2016, 17:39
Il ritardo della diagnosi dell'ascesso sul dente del giudizio, ha fatto si che il dolore crescesse esponenzialmente, così come il gonfiore e la piaga biancastra. Ho iniziato a prendere l'antibiotico (qualche ora fa) ma nel frattempo è salita anche la febbre. tutto ciò è normale? l'antibiotico farà effetto o l'infezione può essere oramai non contenibile da antibiotici?
p.s. non ho resistenza antibiotica. l'ultimo antibiotico preso risale a 2 settimane fa, iniettato in endovena post intervento ortopedico.
gravatar di Mauro Mauro
8 Apr 2016, 14:02
Dipende solo dal collega, che deciderà sul momento come comportarsi, se vuoi raccontaci in questo spazio come è andata
gravatar di Clara Clara
8 Apr 2016, 11:11
Salve,io ho una brutta radice rimasta da un dente purtroppo estratto male in passato...mi fa un male atroce ancora oggi..e da estrarre la radice ma purtroppo ce un infiammazione della gen viva.gli antibiotici non mi aiutano...da più di 5giorni assumo agumentin e Bruges 600mg..oggi il dentista mi visiterà...ma potrà estrarre??perché non ce la faccio più...aiutoooo
gravatar di Mauro Mauro
5 Apr 2016, 09:11
Quello che ti ha detto il collega è vero, comunque dopo 6 giorni di antibiotico se il dente si muove come dici dovrebbe essere estratto molto rapidamente e l'anestesia dovrebbe avere effetto completo.
gravatar di Alma Ahmetasevic Alma Ahmetasevic
4 Apr 2016, 13:03
Caro dottore! Ho un problema..praticamente su uno di molare sotto avevo un carie..dopo mesi si e formato un piccolo bucchino...pensavo di fare otturazione..pero dopo iniziava farmi male e il dente iniziava a muoversi se il dentisya lo toccava con le mani..allora prima volta mi ha pulito il bucchino e sopra ha meso una diciamo gomma bianca...e ha fissato app per togliero...il secondo app sono venuta...mi ha messo 6 puntini di anestezia locale perche sono molto paurosa..e quanto ha messo le pinze (dico solo messe non ha tirato neanche una volta) ho sentito il dolore profondo e ho iniziato a piangere..mi ha rimandato a casa e mi ha prescritto atibiotico amoxicilina ogni 12 ore per 6 giorni e che vengo di nuovo..perche ha detto che non e colpa sua nenache di anestezia..perche anestezia non funziona su dente infettato.adesso sono al terzo giorno con antibiotici e prendo anche oki perche se sento i pulsazioni.ho tanta paura per il secondo app...sentiro ancora dolore? Lo toglie presto? In qnt tempo? Dente si muove se lo tocchi con due dita...e molare inferiore quello prima di dente di giudizio.sto morendo di paura :( grazie in anticipo ....
gravatar di Mauro Mauro
30 Mar 2016, 19:53
Un dente destinato a venire estratto non viene devitalizzato, forse intendevi dire che il collega aveva programmato l'estrazione per una data futura, e prima di allora ha applicato una pasta mummificante per ridurre il dolore sul dente?
Direi che è il caso di programmare l'estrazione appena possibile, ed il medico che ti segue con tutta probabilità prescriverà per tempo dell'antibiotico in modo che tu sia coperto da infezioni al momento della chirurgia.
gravatar di Davide Davide
29 Mar 2016, 14:09
Salve Dott.Mauro, sono Davide, io per un anno ho avuto in bocca un dente che a causa delle carie si era bucato e inizialmente non sentendo dolore lo avevo sottovalutato e messo da parte dopo un po' sono andato dal dentista e lansituazione era la seguente.. Il dente andava devitalizzato e tirato quindi abbiamo dovuto devitalizzare il dente usando il veleno perché con le normali procedure non funziona essendo che l'anestesia non prendeva... Dopo averlo devitalizzato dovevo tirarlo e il dentista mi aveva prefissato un appuntamento per tirarlo solo che per motivi lavorativi e familiari non sono più andato... Ora ho la faccio gonfia e se non assumo antibiotico e antidolorifico mi fa davvero male, il dentista mi disse che avevo un infezioni sotto il dente... Ora cosa posso fare per far sgonfiare il dente e per mettermi nella situazione di estrarre il dente ?
gravatar di Mauro Mauro
22 Oct 2015, 15:06
Eva, non comprendo il significato del tuo intervento (e mi farebbe piacere se tu volessi chiarirlo), tuttavia rileggo almeno due volte quello che scrivo su questo sito, e la penso tuttora allo stesso modo.
gravatar di Eva Eva
22 Oct 2015, 11:49
Certo in italia sicuramente tutto questo succede perché l inciviltà regna sovrana si paga anche l aria che respiri caro dottore rilegga ciò che ha scritto e rifletta se riesce!io per mia fortuna sono in ottime mani visto che non vivo piu in italia grazie a Dio????
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può quindi considerarsi un prodotto editoriale, ai sensi della legge 62 del 7/3/2001.
(CC) BY NC SA
note tecniche e ringraziamenti
privacy
P.I. 07556521008
cached&gzipped 20170425071148