Studio Dentistico Mauro Savone Via Nettunense 226, Cecchina (Roma)

Ortodonzia: fallimento per mancata collaborazione

Caso disperato di distacco delle piastrine che ha portato alla conclusione prematura della terapia.

Un giovane paziente giunge in osservazione per una prima valutazione ortodontica; presenta diverse malposizioni, ed una seconda classe, e nelle foto laterali si nota che i canini superiori non sono completamente erotti.
Un giovane paziente giunge in osservazione per una prima valutazione ortodontica; presenta diverse malposizioni, ed una seconda classe, e nelle foto laterali si nota che i canini superiori non sono completamente erotti.
Il canino superiore di sinistra è ancora meno erotto del destro, e la cuspide è appena visibile fuori dalla gengiva.
Il canino superiore di sinistra è ancora meno erotto del destro, e la cuspide è appena visibile fuori dalla gengiva.
Viene montato un apparecchio fisso con bracket estetici in ceramica trasparente, e bottoncini metallici sui canini per esercitare una forza estrusiva.
Viene montato un apparecchio fisso con bracket estetici in ceramica trasparente, e bottoncini metallici sui canini per esercitare una forza estrusiva.
Sulla destra si notano già notevoli risultati, e nel frattempo il bottone è stato spostato più in alto per proseguire l'estrusione. Dall'inizio del trattamento, quasi 2 settimane, il paziente ha già staccato 5 volte gli attacchi; non solo, ma è tornato con una coda dell'arco sfilata, e penzolante aldifuori della bocca (quantomai sospetto, siccome l'arco anche da sfilato rimane nella bocca per ritorno elastico).
Sulla destra si notano già notevoli risultati, e nel frattempo il bottone è stato spostato più in alto per proseguire l'estrusione. Dall'inizio del trattamento, quasi 2 settimane, il paziente ha già staccato 5 volte gli attacchi; non solo, ma è tornato con una coda dell'arco sfilata, e penzolante aldifuori della bocca (quantomai sospetto, siccome l'arco anche da sfilato rimane nella bocca per ritorno elastico).
A distanza di un mese dal montaggio, l'ecatombe: ho già dovuto ricementare 8 attacchi negli appuntamenti precedenti (tutti in urgenza), e il paziente stavolta torna con ben altri 6 attaccchi persi (letteralmente: infatti non sa più dove li ha messi). Sopra mancano gli attacchi dagli incisivi centrali, i denti con la frequenza di distacco solitamente inferiore. L'arco metallico è andato misteriosamente perso.
A distanza di un mese dal montaggio, l'ecatombe: ho già dovuto ricementare 8 attacchi negli appuntamenti precedenti (tutti in urgenza), e il paziente stavolta torna con ben altri 6 attaccchi persi (letteralmente: infatti non sa più dove li ha messi). Sopra mancano gli attacchi dagli incisivi centrali, i denti con la frequenza di distacco solitamente inferiore. L'arco metallico è andato misteriosamente perso.
Situazione inferiore, dove tra i 4 attacchi persi, spicca in particolare il tubo metallico di un molare, che solitamente ha una forza di adesione estremamente elevata grazie all'ampia superficie retinata in acciaio. Entrambe le codine dell'arco si sono spezzate.
Situazione inferiore, dove tra i 4 attacchi persi, spicca in particolare il tubo metallico di un molare, che solitamente ha una forza di adesione estremamente elevata grazie all'ampia superficie retinata in acciaio. Entrambe le codine dell'arco si sono spezzate.
Il bambino era estremamente educato e collaborante in studio rispetto ai pazienti della sua età, e la madre garantiva per lui in quanto a "bontà", tuttavia, con una media di un distacco ogni 2 giorni nel primo mese, dev'esserci stato un "intervento umano" di qualche tipo (a fronte dell'uso, con tutti i miei pazienti, degli stessi bracket in ceramica, cementati con lo stesso materiale e la stessa tecnica, solo in questo frangente si sono verificati distacchi così massicci, in primo luogo controproducenti per il medico, che deve spendere tempo per ripetere gli stessi passaggi, sprecando materiale, e dovendo al contempo gestire il comprensibile scontento dei genitori). Si procede allora, in accordo coi genitori, all'interruzione del trattamento ed allo smontaggio dell'apparecchio. Questa la vista laterale destra dell'occlusione, col canino superiore estruso.
Il bambino era estremamente educato e collaborante in studio rispetto ai pazienti della sua età, e la madre garantiva per lui in quanto a "bontà", tuttavia, con una media di un distacco ogni 2 giorni nel primo mese, dev'esserci stato un "intervento umano" di qualche tipo (a fronte dell'uso, con tutti i miei pazienti, degli stessi bracket in ceramica, cementati con lo stesso materiale e la stessa tecnica, solo in questo frangente si sono verificati distacchi così massicci, in primo luogo controproducenti per il medico, che deve spendere tempo per ripetere gli stessi passaggi, sprecando materiale, e dovendo al contempo gestire il comprensibile scontento dei genitori). Si procede allora, in accordo coi genitori, all'interruzione del trattamento ed allo smontaggio dell'apparecchio. Questa la vista laterale destra dell'occlusione, col canino superiore estruso.
Sul lato sinistro i risultati sono molto più evidenti che sul destro, infatti il canino superiore è erotto quasi sino a raggiungere il livello fisiologico. Si auspica una maggiore responsabilità del paziente con un eventuale collega che dovesse seguirlo in futuro.
Sul lato sinistro i risultati sono molto più evidenti che sul destro, infatti il canino superiore è erotto quasi sino a raggiungere il livello fisiologico. Si auspica una maggiore responsabilità del paziente con un eventuale collega che dovesse seguirlo in futuro.
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può quindi considerarsi un prodotto editoriale, ai sensi della legge 62 del 7/3/2001.
(CC) BY NC SA
note tecniche e ringraziamenti
privacy
P.I. 07556521008
cached&gzipped 20170425171103