Studio Dentistico Mauro Savone Via Nettunense 226, Cecchina (Roma)

Pulizia dei denti

Casi risolti tramite la semplice igiene orale, con detartrasi ad ultrasuoni.

Caso 1. Giovanissimo paziente con un grave esempio di parodontite giovanile: placca abbondante sui colletti gengivali, sanguinamento accentuato, papille gengivali molto rigonfie, e con terminazioni quasi assenti (notare i "buchi" tra i denti, come se la gengiva intermedia fosse stata asportata di netto).
Caso 1. Giovanissimo paziente con un grave esempio di parodontite giovanile: placca abbondante sui colletti gengivali, sanguinamento accentuato, papille gengivali molto rigonfie, e con terminazioni quasi assenti (notare i "buchi" tra i denti, come se la gengiva intermedia fosse stata asportata di netto).
Caso 1. Il ragazzo torna con un po' di ritardo dopo 8 mesi per ripetere la pulizia, e questo è lo stato delle gengive: "restitutio ad integrum" delle papille, e colorito sano delle gengive.
Caso 1. Il ragazzo torna con un po' di ritardo dopo 8 mesi per ripetere la pulizia, e questo è lo stato delle gengive: "restitutio ad integrum" delle papille, e colorito sano delle gengive.
Caso 2. Ragazza forte fumatrice, questo è il tartaro accumulatosi posteriormente agli incisivi inferiori.
Caso 2. Ragazza forte fumatrice, questo è il tartaro accumulatosi posteriormente agli incisivi inferiori.
Caso 2. Immediatamente dopo la pulizia ad ultrasuoni, questo è l'aspetto dei denti; notare l'importante recessione gengivale con scopertura delle radici, non più recuperabile, ed anzi confermata dalla lastra come una perdita grave di osso. Anche se non potrà esserci una guarigione completa spontanea, il mantimento di una stretta terapia di richiami all'igiene eviterà il progredire della malattia, e permetterà di mantenere in bocca i denti il più a lungo possibile, nonostante siano molto mobili.
Caso 2. Immediatamente dopo la pulizia ad ultrasuoni, questo è l'aspetto dei denti; notare l'importante recessione gengivale con scopertura delle radici, non più recuperabile, ed anzi confermata dalla lastra come una perdita grave di osso. Anche se non potrà esserci una guarigione completa spontanea, il mantimento di una stretta terapia di richiami all'igiene eviterà il progredire della malattia, e permetterà di mantenere in bocca i denti il più a lungo possibile, nonostante siano molto mobili.
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può quindi considerarsi un prodotto editoriale, ai sensi della legge 62 del 7/3/2001.
(CC) BY NC SA
note tecniche e ringraziamenti
privacy
P.I. 07556521008
cached&gzipped 20170526091301